Informazioni e prenotazioni

Da marzo 2015 i Servizi educativi dei Musei di Saluzzo sono affidati in gestione alla ditta Coopculture.

CoopCulture opera in oltre 250 siti in Italia, tra musei, biblioteche, luoghi d’arte e di cultura, con oltre 1.000 operatori. Il personale è selezionato in base a competenze e professionalità ed è composto da addetti all’accoglienza, operatori di libreria, biglietteria e call center, archeologi e storici dell’arte, archivisti e bibliotecari, esperti di comunicazione e promozione, specialisti delle tecnologie applicate ai beni culturali.
Nel corso di una pluriennale esperienza all’interno di numerosi ed importanti musei, aree archeologiche e sedi espositive sul territorio nazionale, CoopCulture si è confrontata con il mondo della scuola, ha imparato a conoscerne le esigenze e le caratteristiche che necessitano di un’attenzione particolare e ha messo a punto nuovi modelli nell’erogazione del servizio, finalizzati a soddisfare le aspettative crescenti di cui è portatore. La varietà delle forme e metodologie di visita proposte in ragione di obiettivi didattici specifici, fa sì che ogni attività
didattica realizzata sia soprattutto un’esperienza unica e differenziata di fruizione.
Nel 2012 a CoopCulture è stato assegnato il Premio CECA (Committes for Education and Cultural Action) di ICOM. Ad essere premiato è l'intero "sistema didattico" un mix unico di idee, contenuti, organizzazione, metodologie, professionalità e persone.

La collaborazione tra CoopCulture ed il Comune di Saluzzo inizia nel 2009 con l'a'ffidamento della fornitura di vari servizi turistici e culturali per poi approdare, nel 2015, alla gestione tout court dei medesimi servizi: grazie alla conoscenza del territorio maturata in questi anni, la Coopculture può quindi presentare progetti e percorsi didattici originali, finalizzati alla conoscenza e valorizzazione delle sedi museali, dei monumenti e delle istituzioni culturali locali.ù

Nella progettazione dell’attività didattica CoopCulture tiene conto della varietà dei destinatari in relazione al bagaglio di conoscenze e competenze già possedute. Obiettivo principale rimane la funzione educativa dei luoghi storici e d’arte per la comunità locale e per tutto il pubblico nazionale e internazionale che ne è potenzialmente fruitore. Altri obiettivi, invece, scaturiscono da alcuni principi di carattere generale tra cui la fruizione del patrimonio culturale come diritto di ogni individuo; l’avvicinamento di un pubblico sempre più vasto al patrimonio culturale, tenendo conto delle diverse abilità e ponendo costante attenzione alla creazione di valore; la sensibilizzazione delle coscienze al patrimonio culturale come bene della collettività da tutelare e come fattore di integrazione sociale per la comunità territoriale; l’ampliamento e approfondimento della base di conoscenze su un argomento specifico.

A partire da queste premesse di carattere generale discendono gli obiettivi specifici in relazione alle diverse fasce d’età scolare e coerenti alla vocazione didattica di ogni luogo.

Per la scuola dell’infanzia la metodologia applicata è quella di porre il bambino al centro dell’attività e di tenere alto il suo livello d’attenzione attraverso l’affabulazione.

Per la scuola primaria si è proceduto ad una progettazione di attività elaborate con l’obiettivo di condurre all’apprendere divertendosi, e con metodologie didattiche di tipo attivo.

Alla scuola secondaria inferiore e superiore si propongono procedure didattiche alternative approfondendo ed esplorando nuovi contenuti e temi complessi per guidare all’interpretazione e alla valutazione in modo tale da selezionare tematiche che possano suscitare domande e riflessioni.

L’offerta comprende una proposta di attività diversificate. Dalla “semplice” visita guidata, che ha lo scopo di introdurre i ragazzi alla conoscenza del Museo, alla visita tematica, la cui durata permette di approfondire un argomento a scelta, alla «visita con esperienza» che arricchisce il percorso con laboratori didattici e momenti esperienziali a un itinerario completo che muove dal Museo per conoscere la Città.
Le attività proposte sono state progettate per tutte le realtà museali saluzzesi in modo da offrire alle scuole un’ampia scelta.


E' possibile scaricare, in questa pagina, il catalogo completo delle proposte e il modulo di prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni:

- n. verde gratuito 800 392789

- edusaluzzo@coopculture.it