Sala X

Continua la visita guidata

< Indietro
Prossima sala >
La sala, chiamata “Camera d’angolo sud-ovest”, ospita un letto, realizzato dagli ebanisti tra il 1889 ed il 1890 utilizzando quattro colonne antiche (1580-1590), scolpite e dipinte in verde scuro ed oro.
Dal 2008 nella sala è esposta anche una specchiera con tavolo da muro, in legno scolpito e dipinto, proveniente dalla zona di Genova, che risale al 1650-1700. I due oggetti furono donati (forse nel 1894) da Luigi Bruno, un cittadino saluzzese, per arricchire le collezioni d’arte del museo; sono stati qui esposti per ricordare l’iniziativa "Un patrimonio da salvare. Mecenati per le collezioni civiche" promossa dal Comune di Saluzzo tra il 2006 ed il 2009. Tale iniziativa ha permesso di raccogliere fondi per realizzare alcuni restauri di opere del Museo Casa Cavassa e di altre collezioni d’arte del Comune di Saluzzo.