Sala XII

Continua la visita guidata

< Indietro
Prossima sala >
La sala è molto piccola e probabilmente nel 1500, all’epoca di Francesco Cavassa, era parte della stanza precedente: tra il 1886 ed il 1887 i restauratori realizzarono il muro divisorio creando così due sale distinte.
La porta d'ingresso, del 1500, è costituita da pannelli con lo stemma Cavassa, circondato da decorazioni floreali e animali fantastici.
Di fronte all’ingresso, è esposto il ritratto di Anna Maurizia d'Austria, una delle figlie del re di Spagna Filippo III. Il dipinto, di autore ignoto, risale al 1607. L’opera è stata donata, insieme ad altri oggetti d’arte, nel 1989 dalla signora Emilia Roggero Anselmi per arricchire le collezioni del museo civico.
All’interno della sala spicca una sottocredenza piemontese, realizzata nel 1570-1600 con alcuni elementi inseriti nel 1800. Il mobile fu acquistato dal Comune di Saluzzo nel 1908 per completare l’arredamento di alcune sale del museo.